a-GRit, Altro dal Cantone, Cantone dei Grigioni, Home

Risultato record per il conto annuale grigionese 2022

9 marzo 2023

Il conto cantonale 2022 si è chiuso con il risultato migliore di sempre. Esso presenta un’eccedenza dei ricavi pari in totale a 205,6 milioni di franchi (anno precedente +134,3 milioni).

Il saldo operativo positivo pari a 215,9 milioni è addirittura lievemente superiore (anno precedente +139,4 milioni). A ciò hanno contribuito in particolare la distribuzione di utili mai così alta da parte della Banca nazionale svizzera (BNS) e pari a 92,4 milioni, un aumento del gettito fiscale del Cantone di 91,3 milioni rispetto all’anno precedente, la sensibile riduzione degli oneri legati alla pandemia di coronavirus (anno precedente 87,6 milioni netti) e voci di spesa nettamente inferiori al preventivo, in particolare in relazione alla riduzione dei premi delle casse malati (22,5 milioni), al conto stradale (22,2 milioni) e ai contributi del Cantone per investimenti a favore di terzi (37,9 milioni). Benché alcuni di questi fattori di successo non siano duraturi, il bilancio cantonale rimane solido per affrontare le sfide future.

Il risultato contabile (anno precedente tra parentesi) è caratterizzato dai seguenti valori di riferimento:

- risultato globale: 205,6 milioni (134,3 mio.)
- risultato operativo: 215,9 milioni (139,4 mio.)
- gettito fiscale ovvero ricavi fiscali totali 910,5 milioni (819,2 mio.)
- investimenti lordi totali 338,4 milioni (322,7 mio.)
- investimenti netti totali 196,4 milioni (189,4 mio.)
- quota d’incidenza della spesa pubblica 12,8 per cento (15,1 %)
- grado di autofinanziamento degli investimenti netti 213,3 per cento (175,3 %)
- capitale proprio liberamente disponibile 735,3 milioni (627,8 mio.)

Prospettiva
Per quanto riguarda il possibile risultato del corrente anno 2023 vi sono nel frattempo indicazioni di massima. Come noto, nel 2023 non vi sarà alcuna distribuzione di utili da parte della BNS. Il gettito fiscale cantonale dovrebbe tuttavia attestarsi al livello elevato dell’anno precedente. In relazione ai contributi alla riduzione individuale dei premi (RIP) occorre attendersi un forte aumento a seguito del forte aumento dei premi. Nel 2023 il conto stradale necessiterà probabilmente di nuovo di mezzi del bilancio statale generale. In fatto di investimenti ci si deve attendere un ulteriore forte aumento. Nel risultato 2023 dovrebbe risultare ancora un’eccedenza tra i 50 e i 100 milioni.

Per gli anni a venire si delinea un quadro finanziario con margini più stretti. I contributi dalla perequazione delle risorse nazionale caleranno in modo sostanziale a partire dal 2024. Inoltre i ricavi che dipendono dall’andamento dei mercati finanziari, come la distribuzione degli utili da parte della BNS e gli utili contabili su investimenti dei beni patrimoniali, sono incerti. La carenza di personale qualificato e la maggiore concorrenza tra i Cantoni per quanto riguarda l’affermazione delle rispettive piazze economiche aumenta la pressione sulle imposte cantonali. Sul fronte delle spese, dopo un decennio senza inflazione il rincaro torna a farsi sentire. La dinamica delle uscite è elevata in particolare nel settore dei contributi, ciò che limita ulteriormente il margine di manovra di politica finanziaria. Gli ultimi risultati annuali e la base finanziaria molto solida del Cantone costituiscono tuttavia buone premesse per far fronte alle sfide future legate alle finanze.

Il Gran Consiglio tratterà il conto annuale 2022 nella sessione di giugno 2023.

Notizie in tempo reale

Inserzione a pagamento

Avvisi

Assemblea generale dello Ski Club Maloja

skm

Si terrà a Maloja presso l’Hotel Schweizerhaus, venerdì 21 giugno 2024, ore 20.00.

Offerta di lavoro

CSB

Il Centro Sanitario Bregaglia è alla ricerca di una figura polivalente da inserire all’interno del team servizio tecnico.

Chiusura notturna della strada del Maloja

Maloja

Aggiornamenti sul sito www.strassen.gr.ch

Corsi

Astronomia

Arco, astronomia e tedesco.

Satira di Bregaglia

La vignetta del giorno

8u1tfw

Per sorridere un po’.