a-GRit, Confederazione, Home

Assemblea dei Delegati dell’Associazione Svizzera per la protezione del Territorio dai Grandi predatori

22 maggio 2023

//comunicato stampa\\
L‘ottava Assemblea dei Delegati dell’Associazione Svizzera per la protezione del Territorio dai Grandi predatori si è svolta venerdì 19 maggio a Berna. Assemblea presieduta da Germano Mattei di Cavergno e dal vallesano Georges Schnydrig di Landen.

Presente con un apprezzato saluto la Consigliera nazionale Monika Rüegger da Engelberg.

I Delegati delle Sezioni si sono mostrati soddisfatti del lavoro proposto dall’Associazione nazionale, ma assai delusi dalla lentezza dell’Ufficio federale UFAM nella messa in vigore della revisione della Legge sulla caccia.

Nel rapporto d’attività i due co-presidenti hanno sottolineato che grazie alla perseveranza, alla determinazione e fedeltà alla linea di conduzione su tutto il territorio svizzero e anche per gli argomenti concreti trattati, l’Associazione è riuscita a far aumentare dalle Camere il preventivo 2022 della Confederazione di 5.7 mio (4.7 infine utilizzati). Per l’anno 2023 sono stati assicurati altri 4 milioni supplementari a sostegno straordinario delle misure d’alpeggio.
Purtroppo, tutti questi aiuti non hanno contribuito a diminuire le predazioni nel 2022.

Il lavoro di lobbing dell’Associazione ha contribuito a far convivere una larga maggioranza di Deputati alle Camere federali nell’accettare le modifiche della Legge sulla Caccia, approvata il 16 dicembre 2022, con delle misure che permetteranno di prelevare dei lupi sul modello della caccia allo stambecco. Allo stesso tempo si è preso atto, con soddisfazione, che il Referendum promosso da Gruppi estremisti è fallito l’8 aprile u.s… Si tratta ora di far pressione sull’UFAM e il Dipartimento del nuovo Consigliere federale Rösti per accelerare la messa in vigore della revisione della Legge e della relativa Ordinanza di applicazione: non è ammissibile la data proposta dell’estate 2024!

L’Assemblea ha votato un “ordine del giorno” all’attenzione del Consigliere federale Albert Rösti per convincerlo ad intervenire in merito e portare a compimento il dossier ancora nell’estate 2023: la situazione sul terreno è sempre più problematica con oltre 250 lupi, 26 mute e 1600 predazioni di animali da reddito ufficialmente accertati nel 2022 -ca 900 nel 2020 e 2021!- e questo malgrado tutte le misure di prevenzione adottate da allevatori e alpeggianti!
Sappiamo che i lupi sono in libera espansione nella misura del 30% annuo.

La preoccupazione e il disincanto erano tangibili in Sala rispetto al futuro che attende la stagione di pascolazione 2023 e nell’apprendere che la revisione della Legge sulla Caccia non sarà messa in vigore questa estate.

Preoccupazione è stata espressa per il fatto che la Sezione del Canton Berna non ha ancora aderito all’Associazione nazionale, accampando futili motivi.

È importante l’azione all’unissimo delle singole Sezioni cantonali per far procedere i nostri argomenti comuni sul piano dei singoli cantoni.

Vento nuovo nel Comitato nazionale e nella sua Direzione con la nomina di ClaudeAlain Gebhard di Vaux sur Morges (VD) e di Jörg Beck di Friborgo. Essi rimpiazzano il dimissionario Roger Schuwey di Jaun (FR), che è stato ringraziato per il lavoro pluriennale in seno al CD nazionale.

Un nuovo Segretario animatore è stato designato nella persona di Ronald Sommer di Monible (JU-BE), che ha rimpiazzato Jörg Beck, collaboratore che è stato calorosamente ringraziato e omaggiato per il lavoro svolto in questi otto anni di intenso e proficuo lavoro in seno alla Direzione.

Infine, Lukas Berger, Presidente della Federazione Svizzera degli allevatori di ovini, ha ringraziato per la buona e proficua collaborazione tra le due Associazioni nazionali.

Notizie in tempo reale

Avvisi

Corsi

Astronomia

Arco, astronomia e tedesco.

Forza Mesolcina

Mesolcina

Disponibile conto per le donazioni.

Commissioni permanenti del Comune di Bregaglia

comune_avviso-1

Commissione agricoltura.

Commenti recenti

Inserzione a pagamento

Satira di Bregaglia

La vignetta della settimana

gio

Per sorridere un po’.