Frana Pizzo Cengalo, Giovani, Home, Scuola

Imparare la solidarietà aiutando

4 gennaio 2018 Nessun commento

«Nella mia valle ci sono… bambini che aiutano». Questo il titolo del progetto di solidarietà nel quale sono stati impegnati i bambini della scuola dell’infanzia di Vicosoprano dopo le vacanze di ottobre.

Le vicende vallerane degli ultimi mesi hanno avuto un forte impatto emotivo sulla popolazione e anche i più piccoli hanno vissuto intensamente, molti di essi in prima persona, il susseguirsi degli eventi.

Parole come beneficenza, solidarietà e aiuto sono state pronunciate ed ascoltate molte volte anche dai bambini; da ciò la riflessione che soltanto provando ad aiutare e ad essere solidali si comprende il significato di questi termini.
I bambini per meglio capire hanno bisogno di provare e fare; da questo siamo partite proponendo il progetto che aveva come obiettivo la realizzazione di manufatti e dolci da vendere in una bancarella al mercatino di Natale, e devolvere poi il ricavato al fondo per la ricostruzione di Bondo.

Durante le uscite settimanali a Cudin e dintorni, abbiamo cercato nella natura i materiali di cui avevamo bisogno: muschio, sassi, rami… Questi si sono poi trasformati in quadretti con simpatici uccellini e in fermacarte con mosaico.

Guarda le foto!

Creando e impastando la cartapesta abbiamo formato palline, stelle e cuori per creare decorazioni natalizie.
Su fogli grandissimi abbiamo sperimentato tecniche pittoriche un po’ magiche… ed ecco le carte per incartare i regali.
Le cartoline natalizie fatte con materiali di riciclo erano tutte diverse… proprio belle!
Abbiamo pesato gli ingredienti, impastato e formato i biscotti, le mandorle salate, tagliato le mele da seccare.
I bambini più grandi, di terza classe, hanno insegnato come si fanno le candele con la cera d’api. Che bello vedere la candela che aumentava di spessore e sentire il suo profumo! C’è stato grande entusiasmo durante la realizzazione.

I bambini hanno poi partecipato all’allestimento della bancarella portando gli oggetti e preparando l’esposizione. Con un gioco di ruolo avevano provato l’esperienza del vendere e comprare. La sera del mercatino, in gruppetti di quattro o cinque, per circa mezz’ora ognuno, con molto impegno e serietà, hanno venduto a genitori, parenti e altri visitatori.

A conclusione del progetto ci sembrava importante consegnare di persona il ricavato della vendita.
Il 19 dicembre ci siamo perciò recati tutti a Promontogno – 26 bambini e noi due insegnanti – con i 900 franchi guadagnati. All’ingresso del municipio c’erano Giulia Giovanoli e Tanja Giovanoli che ci aspettavano per farci fare una visita alla palestra. Che impressione! Fin dove è arrivata la melma!
Poi la sindaca Anna Giacometti ci ha accolti in sala riunioni e ci ha spiegato cosa faranno con i soldi. Abbiamo anche cantato una canzone. È stato un momento molto emozionante e un’esperienza unica per tutti.

Le insegnanti
Beatrice e Danila

Commenta questo articolo








4 − = zero

Notizie in tempo reale

Auguri

A Silvia

Silvia

Tanti auguri dalla redazione!

Inserzione a pagamento

Inserzione a pagamento

Inserzione a pagamento

Ci piace segnalare

Inaugurazione

SurCresta

Sabato 22 dicembre alle 14.00, presso la Sciovia Sur Cresta, inaugurazione del nuovo bar.

Concert da beneficenza

Concerto

Sabato 22 dicembre, ore 20.30 / Vicosoprano, chiesa S. Trinità.

Inserzione a pagamento

Meme made in Bregaglia

La vignetta della settimana

V103

“Vignette bregagliotte” è il nome dell’ironica pagina Facebook.