Cantone dei Grigioni, Comunicati dal Governo, Home, a-GRit

Comunicato del 30 novembre 2017

4 dicembre 2017

In una presa di posizione a destinazione della Confederazione, il Governo chiede che sulla strada nazionale A13 al posto del cunicolo di sicurezza previsto venga realizzata una galleria di sicurezza. Inoltre approva un progetto per lo spostamento della strada della Calanca a seguito dell’elevato rischio di caduta di massi.

Il Governo chiede una galleria di sicurezza per la A13
Il Governo ha preso posizione in merito al progetto esecutivo del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC). Il progetto ha ad oggetto il risanamento completo del tratto dell’autostrada A13 tra Rothenbrunnen e Vial. Sul tratto lungo circa nove chilometri sono tra l’altro previsti la sistemazione della galleria Isla Bella nonché la realizzazione di un nuovo cunicolo di sicurezza parallelo alla galleria. Durante il periodo di costruzione pari a circa sei anni dovranno inoltre essere sistemate anche la galleria Plazzas e le tratte all’aperto tra i raccordi.
Il Governo osserva che la strada nazionale A13 gioca un ruolo centrale per l’allacciamento stradale del Cantone dei Grigioni. Essa rappresenta il collegamento principale per molte regioni di vacanza grigionesi e, insieme alla tratta del San Bernardino, è il secondo asse di transito nord-sud più importante della Svizzera. Negli orari di punta del traffico dei vacanzieri e durante i ponti festivi i veicoli rimangono incolonnati per chilometri prima della galleria Isla Bella, a volte fino all’altezza di Coira. Un ampliamento a quattro corsie risulta da anni inopportuno, anche dal punto di vista della sicurezza della circolazione. Negli ultimi dieci anni, solo sul breve tratto di strada tra la galleria Plazzas e la fine della galleria Isla Bella si sono verificati 65 incidenti (stato luglio 2017). Grazie alla corsie separate la maggior parte di questi incidenti avrebbe potuto essere evitata.
L’Ufficio tecnico parte dal presupposto che con la costruzione ipotizzata di un cunicolo di sicurezza l’ampliamento a quattro corsie della tratta tra Rothenbrunnen e Reichenau risulti impossibile o altamente difficoltosa. Il Governo chiede quindi di realizzare una galleria di sicurezza con sezione trasversale della strada nazionale al posto del cunicolo di sicurezza previsto. In questo modo in futuro essa potrebbe essere ampliata e utilizzata quale secondo tubo ed essere impiegata come galleria di risanamento durante il prossimo risanamento della galleria esistente.

Il pericolo di caduta massi richiede lo spostamento della strada della Calanca
Il Governo ha approvato il progetto per lo spostamento della strada della Calanca all’altezza del paese di Selma. In quel punto, un tratto della strada cantonale lungo circa 80 metri passa direttamente di fianco a una parete rocciosa. Tale tratto è considerato particolarmente esposto al pericolo di caduta di massi. Blocchi di roccia che cadono e che rimangono sulla carreggiata costituiscono un pericolo notevole per gli utenti della strada e generano elevate spese di manutenzione.
Il progetto prevede che la strada della Calanca venga spostata sul versante opposto della Calancasca al fine di minimizzare il pericolo di caduta di massi nella zona rocciosa sotto Landarenca. Il nuovo tratto si scosta dall’attuale tracciato della strada della Calanca a circa 150 metri a sud della zona di pericolo compiendo una curva a destra, per poi superare la Calancasca e proseguire con una curva a sinistra su un breve tratto sulla parte sinistra del fiume. Subito dopo la zona di pericolo la Calancasca viene nuovamente superata e con una curva a destra ci si ricollega alla strada esistente. La tratta oggetto dell’ampliamento presenta una lunghezza complessiva di circa 430 metri. L’elemento centrale del progetto è costituito dai due ponti Loveira, con una lunghezza di 43 metri, e Auriglia, con una lunghezza di 49 metri. I costi per lo spostamento della strada della Calanca sono preventivati in 11,18 milioni di franchi.

Autorizzate le modifiche all’impianto di dotazione della diga Molina
Il Governo ha approvato un progetto della Calancasca AG relativo alla sistemazione dell’impianto di dotazione nella diga Molina. I lavori previsti alla diga Molina hanno lo scopo di garantire il rilascio dei deflussi residuali disposti dall’autorità. L’impianto di dotazione già esistente deve essere adeguato ai deflussi residuali necessari e deve essere munito di un apparecchio di misurazione del flusso.
La Calancasca AG sfrutta la forza idrica della Calancasca già dal 1951. L’acqua viene prelevata presso la diga Molina e sfruttata presso il livello Sassello per produrre elettricità.

Il Governo ha stipulato un contratto quadro con la Höhere Wirtschaftsschule Graubünden
Il Governo ha conferito alla Höhere Wirtschaftsschule Graubünden (HWSGR) il mandato di prestazioni per il ciclo di studio “Rechtsassistenz” (livello Scuola specializzata superiore) mediante un contratto quadro 2018-2020. Il contratto quadro disciplina le prestazioni da fornire, le direttive di qualità a ciò legate, gli standard e i mezzi finanziari, le responsabilità, nonché i requisiti posti al rapporto. Per ciascun studente proveniente dai Grigioni verrà versato un contributo di 3000 franchi per semestre. La garanzia di questi contributi viene data facendo salva l’approvazione del relativo preventivo da parte del Gran Consiglio.
Il ciclo di studio 2021-2024 potrà essere avviato solo a condizione che il ciclo di studio pilota iniziato nell’anno civile 2018 venga riconosciuto a livello di diritto federale. Senza il riconoscimento a livello di diritto federale del ciclo di studio pilota, le formazioni iniziate negli anni civili 2019 e 2020 potranno comunque essere concluse; in questo caso ciò significa che da metà 2023 non verrebbero più erogati contributi cantonali.

Redog riceve contributi per la ricerca di dispersi sotto le macerie in casi di catastrofe
Il Governo ha approvato l’accordo tra il Cantone e la Società svizzera per cani da ricerca e da salvataggio (Redog), con riserva della messa a disposizione del credito necessario da parte del Gran Consiglio. Tale accordo è stato stipulato allo scopo di garantire la localizzazione biologica e tecnica di dispersi in superficie e dispersi sotto le macerie in caso di eventi naturali e incidenti.
La società Redog è composta da dodici gruppi regionali sparsi su tutto il territorio svizzero e forma team uomo-cane nella ricerca di dispersi in superficie e dispersi sotto le macerie. I cani sono addestrati per localizzare le persone disperse sotto le macerie o i detriti e per indicare le persone ritrovate al loro conducente abbaiando e rimanendo fermi.
È escluso dalle prestazioni fornite da Redog il cosiddetto “mantrailing”. La ricerca di persone con l’impiego di cani da ricerca molecolare rientra tra i compiti della Polizia cantonale dei Grigioni e non viene quindi conferita a terzi. Il Cantone dei Grigioni indennizza Redog con un importo forfettario di 10 000 franchi.

Notizie in tempo reale

Inserzione a pagamento

Avvisi

Interruzione della corrente

ewz

Giovedì 14 dicembre dalle 13.30 alle ca. 15:30 a Spino, Soglio, Bondo e Promontogno.

Viabilità

Strade

Informazioni e situazioni aggiornate.

Comportamento in caso di allarme

Allarme

L’avviso di allarme viene trasmesso da sirene nel paese.

Pubblichiamo le tue foto

Consegna Lindt Bondo

p

Foto di Donato Salis.

Ci piace segnalare

Corsi

formazione

Corso di tedesco.

Meme made in Bregaglia

La vignetta della settimana

V47

Guardala.