Home

Votazioni del 24 settembre 2017

14 settembre 2017 Nessun commento

//riceviamo e pubblichiamo\\
I consigli di voto dell’UDC Bregaglia.

Parlare d’altro in questi giorni di sgomento, tensione e impotenza nei confronti della forza della natura, sembra inappropriato e irrispettoso. Crediamo però che proprio il proseguo della vita anche negli altri campi possa contribuire a raggiungere uno stato di normalità. Tra questi altri campi c’è pure la politica e dunque le votazioni del prossimo 24 settembre.

Previdenza per la vecchiaia 2020

Su una cosa siamo tutti d’accordo: L’attuale prassi va revisionata! Se non si interviene l’AVS si manovrerà in direzione di un deficit miliardario. Il tutto è dovuto principalmente al fatto che la popolazione diventa sempre più vecchia. Di per se un’ottima cosa, se pensiamo che c’è chi sogna l’elisir di eterna vita. Questo fatto porta ad avere sempre più pensionati e quindi la bilancia tra chi alimenta la cassa AVS e chi ne beneficia si sposta sempre più da una parte e le uscite sormontano di gran lunga le entrate. Inoltre, nei prossimi anni ci sarà il pensionamento della cosiddetta generazione dei Babyboomer, seguita da una generazione X con poche nascite e dunque un ulteriore peso per la menzionata bilancia. È dunque assolutamente necessario intervenire. Questa necessità però, non giustifica qualsiasi tipo di soluzione. La soluzione deve essere corretta, equa e sostenibile.

Il decreto e la legge proposti vanno nell’errata direzione e mirano addirittura all’assicurazione statale, da decenni un obiettivo dei socialisti. Seguendo discussioni, podi e trasmissioni televisive sul tema, spesso e volentieri i sostenitori argomentano che ormai se ne parla da anni e dunque bisogna dire di sì. Noi crediamo che questo non possa essere un argomento valido e siamo dell’idea che sia giusto pesare il valore delle proposte fatte per decidere con lucidità. Chi lo fa non può che rifiutare sia il decreto che la legge.

Chi spende più di quanto guadagna deve adattarsi. Cosa fa invece la proposta che votiamo? Concede 70.- CHF in più a ogni nuovo pensionato! Risparmiare spendendo di più? Una formula poco convincente. A farne le spese saranno da una parte tutti i cittadini che subiranno un aumento dell’IVA, dall’altra parte i giovani che dovranno supportare le maggiori spese senza essere sicuri di poter approfittare poi dell’AVS quando saranno loro a raggiungere l’età del pensionamento e per finire gli attuali pensionati, che a differenza dei “nuovi” pensionati non riceveranno il supplemento dei 70.- CHF.

Un ulteriore argomento di grande valore si trova nel sistema a tre pilastri tipicamente elvetico. L’AVS, la cassa pensioni e la previdenza privata formano un sistema che la Svizzera ha costruito negli anni e che ha una regola assoluta da rispettare: Non mischiare tra di loro i tre pilastri! Ogni singolo pilastro deve poter funzionare in modo autonomo e autosufficiente. Le proposte da votare mescolano invece il 1° con il 2° pilastro, creando dei precedenti da evitare.

Rifiutando con due chiari NO sia il “decreto federale sul finanziamento supplementare dell’AVS mediante l’aumento dell’imposta sul valore aggiunto” che la “Legge federale sulla riforma della previdenza per la vecchiaia 2020”, daremo un segnale forte al Parlamento ed al Governo che il popolo è sì disposto a partecipare al risanamento dell’AVS, ma con una soluzione giusta e che coinvolga tutti nella giusta entità. Il pensionamento delle donne a 65 anni è un fattore ovvio e ce ne sono altri che dovremmo accettare. La riforma dell’AVS potrà far male, ma deve colpire tutti in equo modo.

Consigliamo dunque di scrivere un doppio NO sulle due schede di voto.

Decreto federale sulla sicurezza alimentare

Questo decreto non influirà nell’immediato su alcuna legge federale. Perciò non c’è da attendersi un cambiamento prossimo nel settore dell’approvvigionamento alimentare. Sarà però inserito nella Costituzione federale e aiuterà in futuro ad evitare che si vada allo sbaraglio nel campo dell’autosufficienza alimentare. L’iniziativa lanciata dall’Unione svizzera dei contadini è stata ritirata dopo che la Commissione dell’economia del Consiglio agli Stati ha elaborato un controprogetto che anche gli inizianti hanno ritenuto idoneo. Quindi il 24 settembre si vota tale controprogetto. In generale si vuole dare più peso alla produzione indigena e locale di prodotti alimentari, proteggere il terreno coltivabile, dare affidabilità alla qualità e alla provenienza dei prodotti agroalimentari con particolare peso ai prodotti stagionali, regionali e di alta qualità.

Noi consigliamo di votare a questo controprogetto, sperando che poi Parlamento e Governo ne sappiano fare uso in modo sensato e ponderato.

Concludiamo riproponendo un profondo pensiero di collegialità nei confronti dei cittadini di Bondo, Promontogno, Sottoponte e Spino. Ci auguriamo che la situazione possa ben presto migliorare e che si trovino le giuste soluzioni adatte al futuro. Un futuro della Bregaglia con un villaggio di Bondo sicuro, abitato e animato da vita spensierata.

Forza Bregaglia

UDC Sezione Bregaglia

Commenta questo articolo








+ uno = 2

Notizie in tempo reale

Inserzione a pagamento

Inserzione a pagamento

Ci piace segnalare

Serata culturale a Chiavenna

Schermata-da-2017-11-16-173105

Sul sodalizio fra Severino Corbetta e Alberto Giacometti. Mercoledì 22 novembre.

Corriamo per Bondo

Corriamo per Bondo

Corsa per bambini e ragazzi con raccolta fondi. Sabato 25 novembre, ore 15 – 17.30, sala polivalente Maloja.

Serata informativa

Bersaglio

Tiro 10 metri ad aria compressa carabina / pistola. Mercoledì 22 novembre, ore 19.30, Ristorante Post Castasegna.

Avvisi

Comportamento in caso di allarme

Allarme

L’avviso di allarme viene trasmesso da sirene nel paese.

Piano d’evacuazione

Evacuazione

Accedi e scarica il Piano d’evacuazione Bondo, valido dal 04.11.2017

Orario pulmino Bondo-Promontogno

Comune

Scarica l’orario pulmino Bondo-Promontogno valido dal 23.10. al 09.12.2017.

Inserzione a pagamento

Meme made in Bregaglia

La vignetta della settimana

V43

Guardala.