Comune di Bregaglia, Filo diretto, Home, a-GRit

Ottimizzazioni a Soglio

6 ottobre 2016

Nell’intervista alla sindaca di Bregaglia, approfondiamo la situazione di Soglio, interessato da diversi cambiamenti. Inoltre, sentiamo del nuovo progetto Interreg e del discorso del 1° agosto.

Il Comune di Bregaglia ha deciso di aderire all’associazione «I Borghi più belli della Svizzera», con la frazione di Soglio. Come avete preso questa decisione?
Il municipio ha delegato la decisione alla Commissione del turismo, che è presieduta da Bruno Pedroni. La Commissione si è incontrata con i responsabili dell’associazione e ha deciso di aderire. L’iscrizione all’associazione costa 500 franchi all’anno, che saranno contabilizzati nel ramo turistico.

A Soglio c’è stato un cambiamento nella raccolta del cartone. Perché?
La raccolta del cartone si faceva in un locale all’interno della «vecchia latteria». Però, in quasi tutti i punti di raccolta del Comune, l’Azienda forestale e lavori pubblici ha installato delle presse, che riducono l’ingombro e sono molto funzionali anche per il trasporto del cartone. Così si è deciso di metterne una anche a Soglio, al centro di raccolta che si trova a Plazzüra, dove già c’erano gli altri contenitori. Quella collocata a Soglio è la pressa che si trovava a Stampa, e per Stampa ne è stata comprata una più grande.

E al posto del deposito del cartone ci saranno dei gabinetti pubblici.
Sì, in quanto dai turisti veniva spesso utilizzato quello che si trova nella vecchia casa comunale. Ma adesso quell’edificio è stato affittato a privati, così si è reso necessario trovare un’altra soluzione. E quindi sarà lì, nella vecchia latteria. Anche a Plazzüra c’è un «toi toi», sempre pulito e attrezzato.

Ma non era stato stipulato un accordo fra il Comune e gli alberghi di Soglio, che prevedeva che lasciassero usare i loro servizi liberamente?
La soluzione «Nette Toiletten» prevedeva che il Comune rimborsasse agli alberghi parte delle spese di pulizia dei loro bagni, che dovevano essere messi a disposizione dei turisti anche senza consumazione. Ma il sistema non ha funzionato, perché gli albergatori non esponevano il cartello in modo adeguato, e quindi la gente non sapeva dell’offerta e non ne usufruiva. Perciò il Comune ha disdetto il contratto.

Sempre a Soglio, è stata anche abolita la raccolta dei sacchi rossi casa per casa, e questo non è piaciuto a molti.
Il Comune ha adottato il sistema dei raccoglitori seminterrati – i cosiddetti molok – che pian piano va a coprire tutto il territorio. Così anche a Soglio abbiamo eliminato la raccolta dei sacchi lungo la strada. E si sa, ogni cambiamento porta lamentele. Questo è normale.

Quindi tutti questi cambiamenti a Soglio non dipendono dalla visita dei «Borghi belli».
No. Sono adattamenti alle situazioni che cambiano e sono l’attuazione delle decisioni comunali riguardo all’ottimizzazione del sistema di raccolta dei rifiuti.

Il Comune ha deciso di aderire al progetto Interreg «Alpi in movimento – Movimento nelle Alpi». Che cos’è?
Il tema di questo nuovo progetto (siamo nel Programma di cooperazione Interreg V) è «le grandi frane». Quindi si parte dalla grande frana di Piuro del 1618, per arrivare a quella in corso sul Cengalo, per intenderci. Ma è coinvolto anche il Moesano. Capofila del progetto per la Svizzera è la Supsi (Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana – ndr), e noi saremmo partner, come la Regione Moesa e l’Associazione italo-svizzera per gli scavi di Piuro. Il progetto intende studiare il fenomeno degli scoscendimenti, che ci riguarda molto da vicino. Inoltre questi fenomeni di catastrofe naturale sono anche un’attrazione turistica, sostengono gli esperti. Perciò il Comune ha manifestato il proprio interesse ad aderire a questo progetto.

Il Primo Agosto sei andata a tenere un discorso a Poschiavo. Perché non fai mai il discorso in Bregaglia?
Con la fusione dei Comuni è stato deciso di mantenere, per quanto possibile, gli usi e le caratteristiche precedenti. E non era abitudine che il sindaco facesse un discorso in occasione della Festa nazionale. Nel nostro attuale Comune non solo i cinque vecchi comuni ma numerose frazioni celebrano la festa a modo loro. Il Comune fornisce la legna per il falò. A Poschiavo sono stata invitata quale ospite d’onore, come loro usano fare, come fanno anche in Engadina e a Bivio, dove anche sono stata invitata e probabilmente andrò l’anno prossimo. L’unica volta che ho parlato a un primo d’agosto in Bregaglia è stato a Pongello nel 2014, per accogliere la Consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf. Se davvero la cittadinanza volesse un discorso, bisognerebbe organizzare le celebrazioni in modo diverso, per esempio prevedere una parte ufficiale da qualche parte…

La prossima assemblea comunale dovrà votare il credito per un nuovo veicolo da lavoro. È proprio necessario?
Si tratta di un camioncino per il trasporto di materiali e per lo sgombero neve, da utilizzare a Sottoporta, in sostituzione di un veicolo del 1994. Abbiamo cercato una buona offerta, ma sono veramente cari e ci costerà 190’000 franchi. Il vecchio non lo diamo indietro, perché non lo valutavano niente: lo venderemo separatamente.

Silvia Rutigliano

Notizie in tempo reale

Inserzione a pagamento

Avvisi

Bregaglia Engadin Turismo

BET

Per la direzione della nostra organizzazione turistica cerchiamo dal 1 gennaio 2020, o in data da convenire, un/una direttore/trice (100%).

Val Bondasca

Comune

Riapertura parziale dei sentieri.

Meme made in Bregaglia

La vignetta della settimana

V136

“Vignette bregagliotte” è il nome dell’ironica pagina Facebook.