Home, a-GRit

Un tempo dogana, oggi sala viaggiatori

1 maggio 2020

La campagna “52 migliori edifici” della sez. grigione della Protezione della Patria premia anche l’ex stazione doganale di Castasegna. L’edificio della fine degli anni Cinquanta rappresenta un Paese in movimento, che crede nel progresso e nel futuro, culturalmente e tecnicamente aggiornato.

L’associazione privata Protezione della Patria Grigioni (Bündner Heimatschutz) spiega la campagna “52 migliori edifici” con parole chiave come apprezzamento, sensibilizzazione e consapevolezza. Lo scopo di questa campagna è anche, semplicemente, di far conoscere a un vasto pubblico degli edifici costruiti tra il 1950 e il 2000 che caratterizzano in modo significativo l’architettura grigione. Settimanalmente, da novembre 2019 fino a novembre 2020, sul sito in lingua tedesca www.52bestebauten.ch sarà possibile vedere le immagini e leggere le descrizioni dei rispettivi edifici.

Oltre alla stazione di servizio bregagliotta della City Carburoil SA (leggi qui), alla casa Vogelbacher (leggi qui) e l’insediamento di Brentan (leggi qui) in Val Bregaglia è stata premiata anche l’ex stazione doganale di Castasegna, progettata dall’architetto Bruno Giacometti (1907-2012) e costruita nel 1958-1959. Segue quindi la traduzione del testo redatto dall’amministratrice delegata della Protezione della Patria Grigioni Ludmila Seifert.

Alla fine degli anni Cinquanta, Bruno Giacometti (1907-2012) costruì per conto della Confederazione Svizzera una stazione doganale come edificio autonomo e solitario alla fine del villaggio di Castasegna, non lontano dal quartiere residenziale dei lavoratori di Brentan (leggi qui: http://www.labregaglia.ch/?p=106040). Mentre le case della colonia residenziale, costruite nello stesso periodo, cercano di adattarsi alla situazione esistente, la casa doganale si distingue dall’ambiente circostante. Si presenta come un pezzo d’esposizione dell’architettura svizzera moderna senza il minimo accenno di tendenza regionalista. Il delicato edificio si staglia sul terreno all’altro lato della strada di fronte alla casa della dogana tardo classicista, di cui incontra l’austerità con frivola leggerezza. L’elegante padiglione, un edificio statale di piccolo formato, porta una nota vivace nella zona di confine. Rappresenta un Paese in movimento, che crede nel progresso e nel futuro, culturalmente e tecnicamente aggiornato.

Questo “box” poligonale rosso, simile a un segnale, si trova sul ciglio della strada in pendenza e sporge con un certo effetto sul bordo del pendio. L’edificio è considerato il primo esempio di costruzione prefabbricata in Bregaglia. Una piattaforma in cemento armato a vista costituisce la solida base per la costruzione di un telaio in legno, rivestito con pannelli di alluminio smaltato; il metallo prodotto industrialmente aveva trovato la sua strada nell’architettura durante la razionalizzazione dell’industria edilizia dopo la seconda guerra mondiale. Il tetto piatto sporgente – una versione in miniatura della struttura in acciaio ad ampia campata che Giacometti aveva contribuito a progettare per l’Hallenstadion di Zurigo (1938/39) come collaboratore di Karl Egender – è sostenuto da sole quattro colonne in acciaio filigranato. Sembra fluttuare sopra l’edificio – un effetto che viene ulteriormente enfatizzato dal fregio di vetro trasparente tutt’intorno. Foderata di legno, la stanza all’interno emana un’atmosfera di dignitoso comfort.

L’ex stazione doganale, sottilmente restaurata da Armando Ruinelli (*1954), è stata spogliata della sua funzione originaria e ora funge da fermata dell’autopostale e da spazio per usi culturali.

Davide Fogliada

Notizie in tempo reale

Inserzione a pagamento

Ci piace segnalare

Incontro ecumenico

uva

Martedì 19 alle 20.30 nella chiesa di Bondo: celebrazione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani.

Avvisi

La vostra opinione conta!

castagne

Bregaglia Engadin Turismo raccoglie spunti e proposte per il prossimo Festival della castagna.

Bregaglia Engadin Turismo cerca…

BET

… guida del paese di Maloja.

Pubblichiamo le tue foto

Pettirosso

Pettirosso

Foto di N. Giovanoli.

Vignette bregagliotte

La vignetta della settimana

1_p

Per sorridere un po’.