Comune di Bregaglia, Home, a-GRit

Decisioni dell’Assemblea

22 marzo 2019

//riceviamo e pubblichiamo\\
Assembla comunale del 21 marzo 2019 a Vicosoprano. Sono presenti 130 cittadine e cittadini con il diritto di voto e 5 senza.


Per i verbali del 21 novembre 2018 e del 12 dicembre 2018 non sono entrate osservazioni.

Accordo di prestazione fra il Comune di Bregaglia e la Regione Maloja per la costruzione e la gestione di un palaghiaccio
Visto e considerato che gli aventi diritto di voto del Comune di Bregaglia hanno respinto, anche se di misura, l’oggetto in votazione il 10 febbraio 2019, il municipio ha deciso di sottoporre all’assemblea comunale questo accordo di prestazione che delega alla Regione Maloja il compito di valutare e stabilire l’ubicazione di un palaghiaccio regionale. La quota di partecipazione da parte del Comune di Bregaglia per questa prima fase ammonta a CHF 18’630.
Votazione: l’accordo di prestazione vien approvato con 70 sì, 31 no e 29 astenuti.

Votazione consultiva in merito ad un sostegno comunale per il progetto “Biennale Bregaglia”
Dopo un primo incontro con il municipio, l’associazione Progetti d’arte in Val Bregaglia ha inoltrato una richiesta a mano dell’assemblea comunale per un sostegno del progetto denominato “Biennale Bregaglia” per gli anni 2020, 2022, 2024. L’intenzione era quella di stipulare una convenzione fra le parti e di definire il contributo comunale globale per la “Biennale Bregaglia”. Purtroppo tra il municipio e l’associazione sono sorte delle discussioni in merito all’ammontare del contributo comunale e l’associazione ha respinto il contributo proposto dal municipio pari a CHF 150’000. Basandosi sull’esito della votazione consultiva, il municipio riprenderà le trattative con l’associazione.
Votazione consultiva: un sostegno al progetto “Biennale Bregaglia” con un contributo comunale di CHF 245’000 vien approvato con 75 sì, 17 no e 38 astenuti. La decisione definitiva verrà presa il 20 giugno 2019 dalla prossima assemblea comunale.

Domande di credito:
a) Strada forestale Canova (CHF 150’000)
L’Ufficio foreste e pericoli naturali cantonale ha chiesto al Comune di anticipare il progetto di risanamento della strada forestale Canova, la cui realizzazione era prevista nel 2020. I contributi ammontano a ca. il 68% dei costi totali.
Votazione: approvato con 107 sì, 0 no e 23 astenuti.
b) Contributo comunale a favore di ewz per il cablaggio sotterraneo della rete di distribuzione vallerana (CHF 300’000)
Nell’ambito del progetto per la ricostruzione di Bondo è stato chiesto ad ewz di valutare un cablaggio sotterraneo della rete di distribuzione vallerana nel bacino di ritenzione. I costi supplementari rispetto allo spostamento dei tralicci (che andrebbero totalmente a carico di ewz) ammontano a CHF 1.3 milioni. Questi costi non vengono sussidiati dalla Confederazione e dal Cantone. Il municipio propone all’assemblea comunale di partecipare ai costi supplementari con un importo massimo di CHF 300’000, pari al 20% dei costi supplementari.
Votazione: approvato con 112 sì, 0 no e 18 astenuti.
c) Sistemazione fluviale in zona Cava Böcc a Promontogno (CHF 330’000)
La tratta del fiume Maira lungo la quale si snoda la strada di accesso alla Cava Böcc, presenta una situazione critica per quanto concerne la stabilità degli argini esistenti. La variante proposta prevede anche un miglioramento della percorribilità ittica. Questi costi supplementari vengono assunti dal fondo naturemade star. Avendo abbastanza massi a disposizione in loco, il credito che viene richiesto è nettamente inferiore rispetto al preventivo dei costi del progetto preliminare dell’autunno 2017.
Votazione: approvato con 108 sì, 0 no e 22 astenuti.
d) Nuove infrastrutture per la zona artigianale a Vicosoprano (CHF 150’000)
I fondi non ancora edificati nella zona artigianale presso i magazzini comunali sono stati venduti a due aziende. Per queste particelle manca però l’infrastruttura di base che deve essere realizzata dal Comune.
Votazione: approvato con 108 sì, 0 no e 22 astenuti.

Acquisto del sistema per la gestione della cartella informatizzata del paziente (CHF 270’000)
Secondo la Legge federale sulla cartella informatizzata del paziente del mese di aprile 2017, gli ospedali devono introdurre la CIP entro il mese di aprile 2020 ed affiliarsi a cosiddette comunità di riferimento. Per le case di cura il passaggio al sistema informatizzato è obbligatorio entro aprile 2022. La richiesta di credito comprende: l’acquisto, l’adattamento e l’introduzione di un sistema che sarà impiegato come soluzione unica per i reparti acuto, lungodegenza e ambulatoriale.
Votazione: approvato con 112 sì, 0 no e 18 astenuti.

Promontogno, 22.03.2019

Meme made in Bregaglia

La vignetta della settimana

V122

Guardala.