Frana Pizzo Cengalo, Home, a-GRit

In difesa della lingua italiana

24 gennaio 2019

//riceviamo e pubblichiamo\\
Ho avuto notizia del concorso che riguarda un importante intervento strutturale e paesaggistico per la sistemazione delle aree interessate dalla frana del paese di Bondo. Il Bando di concorso ed il relativo materiale di base sono solo in lingua tedesca.

Mi viene da osservare che in una località di lingua italiana, i cui artisti famosi, per esempio Alberto Giacometti, portarono nel mondo una cultura che aveva radici linguistiche italiane e fertili collegamenti culturali anche con la vicina Italia, la lingua italiana dovrebbe essere quella ufficiale almeno in ambito culturale.

Essendo il Grigioni italiano ed in particolare la Bregaglia un territorio appunto di lingua italiana che necessita, magari approfittando di grandi ed importanti occasioni come questa, di ottenere idee che ne aiutino lo sviluppo culturale sociale e turistico, accedendo a risorse anche fuori dell’ambito locale (il concorso è nazionale ed internazionale), la limitazione ad una sola lingua (che ripeto non essere quella nazionale del territorio di concorso) ne pone in secondo piano, anche solo informativo e di interesse, i soggetti appartenenti ad altre comunità nazionali od internazionali che potrebbero dare il loro fattivo apporto.

In fondo una traduzione del bando almeno nella lingua del luogo, che in quanto storico bene culturale va difeso, non avrebbe grandi costi e dimostrerebbe una maggiore apertura da parte degli enti banditori che probabilmente avrebbero anche maggiori risposte.

Un cordiale saluto
Dario Banaudi
Architetto iscritto OTIA Ticino
Frequentatore ed appassionato di Engadina e Bregaglia e del loro territorio e cultura da oltre sessant’anni.

[Nota della redazione: l'articolo relativo al bando di concorso si trova qui]

Ho avuto notizia del concorso riportato in oggetto che riguarda un importante intervento strutturale e paesaggistico per la sistemazione delle aree interessate dalla frana del paese di Bondo.
Il Bando di concorso ed il relativo materiale di base sono solo in lingua tedesca.
Mi viene da osservare che in una località di Lingua Italiana , i cui artisti famosi, per esempio Alberto Giacometti, portarono nel mondo una cultura che aveva radi linguistiche italiane e  fertili collegamenti culturali anche con la vicina Italia, la lingua Italiana dovrebbe essere quella ufficiale almeno in ambito culturale.
Essendo il Grigioni Italiano ed in particolare la Bregaglia un territorio appunto di Lingua Italiana che necessita , magari approfittando di grandi ed importanti occasioni come questa, di ottenere idee che ne aiutino lo sviluppo culturale sociale e turistico , accedendo a risorse anche fuori dell’ambito locale (il concorso è nazionale ed internazionale, la limitazione ad una sola lingua (che ripeto non essere quella nazionale del territorio di concorso) ne pone in secondo piano, anche solo informativo e di interesse, i soggetti appartenenti ad altre comunità nazionali od internazionali che potrebbero dare il loro fattivo apporto.
In fondo una traduzione del bando almeno nella lingua del luogo che in quanto storico bene culturale va difeso, non avrebbe grandi costi e dimostrerebbe una maggiore apertura da parte degli enti banditori che probabilmente avrebbero anche maggiori risposte.

Un cordiale saluto
Dario Banaudi Architetto iscritto OTIA Ticino

Frequentatore ed appassionato di Engadina e Bregaglia e del loro territorio e cultura  da oltre sessant’anni

Meme made in Bregaglia

La vignetta della settimana

V122

Guardala.