Economia, Home, a-GRit

Grande soddisfazione per la sarta di Farzett

30 luglio 2018

A un concorso per stilisti, Bianca Maria Gadola ha ricevuto un premio speciale «per il richiamo all’alta sartorialità italiana». I tre abiti che ha creato per l’occasione saranno presto esposti in vetrina.

È tornata a casa felice con il premio in tasca la sarta e stilista di San Giacomo Filippo, titolare dell’atelier Fashion Ingredients a Castasegna Farzett, dove disegna e confeziona abiti su misura ed effettua riparazioni e modifiche di capi usati. Al concorso «Moda d’autore», indetto dall’agenzia «modashow.it» nella primavera scorsa, Bianca Maria Gadola ha partecipato «quasi per scherzo». Trovato per caso nell’Internet, Bianca pensava che fosse riservato ai giovani. E invece il concorso si rivolgeva a sarti e stilisti, uomini e donne, di età compresa fra i 18 e i 45 anni, «con lo scopo di promuovere e valorizzare il lavoro, la creatività ed il talento di sarti e stilisti emergenti». Nei limiti di età rientrava pelo pelo, e lei ha deciso di provarci.

Oltre al primo e al secondo premio, era prevista dal bando di concorso la possibilità che venissero assegnati dei premi speciali ed effettivamente ne sono stati conferiti cinque, ciascuno con una motivazione diversa. E Bianca Maria Gadola lo ha ricevuto «per il richiamo all’alta sartorialità italiana». Il primo e il secondo premio sono stati assegnati rispettivamente a Valentina Iannone di Avellino e a Saverio Maggio di Bitonto (provincia di Bari).

Il gruppo dei vincitori. Bianca Gadola è la seconda da destra.

«Sono felicissima – dichiara Bianca – del premio che mi hanno dato. È effettivamente il mio lavoro. Io ho presentato abiti che rispecchiavano me il mio lavoro. E i giudici hanno visto e giudicato la qualità e la sartorialità più che il design».

Nella fase di selezione, i concorrenti hanno dovuto presentare tre bozzetti di abiti femminili, con la descrizione delle lavorazioni e dei materiali utilizzati. Fra i numerosi partecipanti, 24 sono stati ammessi alla «finale», che si è svolta a Lignano Sabbiadoro (Friuli) dal 25 al 27 luglio 2018. Lì si è recata anche Bianca, chiudendo per quei giorni la sua sartoria di Farzett.

Il comunicato ufficiale degli organizzatori valuta «molto impegnativo il lavoro della competente giuria, composta da esperti del settore, per individuare le proposte vincenti vista l’elevata qualità degli abiti realizzati dagli stilisti in gara». Questo è anche il giudizio di Bianca, che ha trovato un alto livello di qualità fra i partecipanti, provenienti da tutta Italia. Ed è contenta di aver «conosciuto persone interessanti nel campo della moda, persone che facevano parte della giuria e che hanno espresso l’intenzione di venire a vedere dove lavoro».

Bianca racconta anche di una bella esperienza a livello umano: «C’era una bella organizzazione e una bella atmosfera, fra di noi si è creato un bello spirito di gruppo: abbiamo applaudito gli uni per gli altri. Era bello potersi conoscere, lo scambio fra di noi. Per me è stata una preziosa opportunità di crescita sul piano professionale».

Gli abiti da lei creati faranno presto bello sfoggio di sé nella vetrina dell’atelier a Farzett, insieme alla targa del premio. E domenica prossima Bianca potrà festeggiare il suo 46° compleanno con un successo in più nel suo curriculum.

Silvia Rutigliano

Meme made in Bregaglia

La vignetta della settimana

V122

Guardala.