Home, a-GRit

“Un piccolo ospedale con un grande futuro”

23 febbraio 2018 2 commenti

Il Consigliere di Stato responsabile del Dipartimento giustizia, sicurezza e sanità ha visitato oggi il Centro Sanitario Bregaglia. E l’ha trovato in gran forma.

“La gente deve sapere – ha affermato Christian Rathgeb – che la struttura qui in valle è di grande qualità. Non è scontato avere un servizio così, sia per i residenti sia per gli ospiti”. Il Consigliere di Stato, al termine della sua visita, venerdì 23 febbraio 2018, ha speso parole di elogio per il lavoro che viene svolto nei diversi settori del Centro Sanitario Bregaglia. “Non in tutto il Cantone l’organizzazione dell’offerta sanitaria è così avanzata”, ha dichiarato.

La stessa fiducia che il Cantone ripone nella struttura si manifesta anche nella ricerca di un nuovo medico, o di più medici. Rathgeb ha affermato che il posto di lavoro è talmente interessante, nell’ampiezza delle attività, che non v’è dubbio che si troveranno i medici per costituire la nuova squadra in sostituzione dell’attuale direttore sanitario Hans Bänninger. E verso quest’ultimo ha indirizzato parole di ringraziamento per il suo impegno e la sua disponibilità a rimanere ancora, malgrado la possibilità di andare in pensione.

Anche in occasione della frana, ha rilevato Rathgeb, si è vista l’importanza di avere una struttura sul posto. E ha sottolineato come anche in una situazione straordinaria, di emergenza, il Centro Sanitario abbia prestato un’azione di cura. Di questo il Cantone gli è riconoscente.

Nella foto:
- Esponenti cantonali: Christian Rathgeb, capo del Dipartimento sanità, Nicola Kull, segretaria dipartimentale, e Rudolf Leuthold, capo dell’Ufficio dell’igiene pubblica;
- Direzione del CSB: Alain Vetterli, direttore, Hans Bänninger, medico, e Roberta Balatti, responsabile del servizio cure;
- Commissione d’amministrazione: Maurizio Michael, presidente, Stefano Maurizio, vicepresidente, Bruno Pedroni, Caterina Nunzi e Thomas Nievergelt.

Ascolta anche il servizio di Grigioni sera (a partire dal minuto 5’25).

Silvia Rutigliano

Attualmente ci sono 2 commenti

  1. scrive:

    Ringrazio per questo contributo e per il prezioso e gradito lavoro che tutto il team del Centro sanitario svolge giorno dopo giorno in favore delle persone della Bregaglia e dei suoi ospiti. Ho però l’impressione che il rapporto di Christian Rathgeb, così come riportato da Silvia Rutigliano, sia troppo ottimista (“grande futuro”). Per assicurare un servizio medico di qualità e continuato (24 ore su 24 per 365 giorni all’anno) bisogna non solo trovare un medico con le qualifiche richieste per dirigere uno studio medico e una casa di cura, ma anche una serie di medici che sappiano debitamente sostituirlo nel periodo di riposo e di vacanza del titolare (per tutte le categorie di pazienti, inclusi i bambini). Questo in passato l’ospedale di Flin non è riuscito a farlo, e in futuro il compito sarà ancora più difficile. Sono contento che i politici cantonali abbiano fiducia della struttura bregagliotta, ma mi auguro che i responsabili del Centro sanitario di Bregaglia riescano a ridarla anche alla gente della Bregaglia. Sarebbe forse necessario, per non perdere tempo, pensare da subito a una più stretta collaborazione con l’ospedale regionale di Samedan.

    Marco Giacometti

    • scrive:

      Complimenti Marco Giacometti! Ben scritto!! Ne sono pienamente d’accordo! È ora di aprire la Valle e cominciare a collaborare!

      Madlaina Gilly

Commenta questo articolo








+ 2 = tre

Meme made in Bregaglia

La vignetta della settimana

V77

“Vignette bregagliotte” è il nome dell’ironica pagina Facebook.