Home

L’animale dell’anno 2018 è l’ermellino

5 gennaio 2018

L’ermellino (Mustela erminea) è uno dei predatori più piccoli della Svizzera che diventa una facile preda se nel suo territorio non trova un numero sufficiente di rifugi. Eleggendo questo mustelide animale dell’anno 2018, Pro Natura lancia un appello a favore di paesaggi rurali ben diversificati, meno ordinati e ricchi di piccole strutture.

Cataste di legna, mucchi di pietre, piccoli ruscelli o siepi sono infatti imprescindibili per l’esistenza dell’ermellino e di numerose specie animali indigene. L’ermellino è un mustelide indigeno della Svizzera che per sopravvivere ha bisogno di paesaggi variegati. Per i suoi spostamenti, questo agile predatore necessita infatti di corridoi costellati di strutture in cui nascondersi dai nemici, come la volpe, i rapaci, la cicogna o l’airone cenerino.

L’ermellino si trova pertanto solo dove siepi, ruscelli, cataste di legna e mucchi di pietre possono offrirgli un riparo. Eleggendolo animale dell’anno 2018, Pro Natura mette in guardia dall’imporre un ordine eccessivo ai paesaggi e lancia un appello a favore di corridoi faunistici indisturbati, indispensabili per la sopravvivenza di tutti gli animali selvatici, anche di quelli di taglia minuta. Per numerose specie animali, le piccole strutture disseminate nel territorio sono preziosi rifugi in cui trovare riparo, mangiare e costruire un nido.

Esile e scattante

Slanciato, dal peso di circa 300 grammi e lungo una trentina di centimetri, l’ermellino si intrufola agilmente nelle gallerie scavate dai piccoli roditori e nei mucchi di legna o sterpaglie. Essere snelli, agili e scattanti ha il suo prezzo. Per disporre dell’energia necessaria a mantenersi caldo e in forma, l’ermellino deve mangiare ogni giorno l’equivalente della metà del suo peso.

Un valido aiuto

In Svizzera, la preda preferita dell’ermellino è l’arvicola terrestre, un paffuto topolino che vive e scava cunicoli sotto i prati costellandoli di mucchietti di terra. Per gli agricoltori l’ermellino, che si nutre in media di un roditore al giorno, è un prezioso alleato. Se il suo cibo preferito scarseggia, l’animale dell’anno 2018 non disdegna altre specie di roditori, uccelli e insetti o persino qualche spuntino vegetariano.

L’importanza di un territorio ben connesso

L’esistenza di corridoi ricchi di rifugi non è importante soltanto per le sue battute di caccia. Il numero di ermellini fluttua molto in funzione dell’offerta di cibo. Quando i roditori scarseggiano, l’ermellino può persino estinguersi localmente. Soltanto se esistono vie di collegamento con siepi, muri in pietra, torrenti o fasce inerbite gli individui delle popolazioni sopravvissute riescono a tornare nei luoghi in cui erano presenti in precedenza.

Per maggiori informazioni: www.pronatura.ch

Guarda anche Superquark Bregaglia – Ermellino

Notizie in tempo reale

Avvisi

Chiusura della galleria di Promontogno

comune_avviso-1

Tra il 20 ed il 27 settembre 2018 dalle ore 20.00 alle ore 05.00.

Pericolo!

Comune avviso

Il Comune di Bregaglia raccomanda vivamente di non entrare in Val Bondasca.

Il Centro Sanitario Bregaglia cerca un/una capocura 100%

CSB

Per la guida e conduzione del reparto cure.

Ci piace segnalare

Corsi

formazione

Corso di tedesco – Per chi desidera iniziare con molta conversazione.
Capire, realizzare e mantenere muri a secco

Inserzione a pagamento

Meme made in Bregaglia

La vignetta della settimana

V89

“Vignette bregagliotte” è il nome dell’ironica pagina Facebook.