Bregaglia, Cultura, Home, Recensioni, a-GRit

Un libro ancora attuale

3 ottobre 2014 Nessun commento

Presentato martedì scorso alla Conferenza Magistrale il romanzo di Silvia Montemurro, ispirato a un caso di omicidio. L’incontro con la scrittrice è stato moderato dalla nostra redattrice Silvia Rutigliano.

Gli e le insegnanti hanno apprezzato l’incontro con la scrittrice Silvia Montemurro, che, rispondendo alle domande della moderatrice Silvia Rutigliano, ha raccontato l’origine del suo primo romanzo L’inferno avrà i tuoi occhi. Il volume, che è stato venduto a fine dibattito e può ancora essere acquistato presso il Centro puntoBregaglia a Vicosoprano, narra, in maniera romanzata, il caso di omicidio avvenuto a Chiavenna nel 2000 e che ha ispirato anche la tesi di laurea della Montemurro.

Numerose le domande anche da parte degli e delle insegnanti, che hanno mostrato un vivo interesse sia per il romanzo sia per lo stile di scrittura sia per il fatto reale sia per gli spunti di interpretazione, con il desiderio di capire e di prevenire fatti così gravi dell’età adolescenziale.

Breve biografia
Silvia Montemurro è nata a Chiavenna nel 1987. Ha dunque 27 anni. È laureata in scienze giuridiche e ha scritto una tesi in criminologia analizzando un caso di omicidio: l’assassinio di suor Maria Laura Mainetti, avvenuto a Chiavenna nel 2000. Dopo 13 anni è uscito il romanzo.
Silvia ha seguito anche un corso di perfezionamento per sceneggiatori, è insegnante di italiano per stranieri, ha svolto una lunga supplenza quale maestra nella scuola primaria di Poschiavo. Sempre a Poschiavo, ma anche a Roveredo e anche nella vicina Italia ha lavorato quale regista teatrale nelle scuole secondarie.
Oltre al romanzo L’inferno avrà i tuoi occhi, ha scritto testi teatrali e racconti, di cui uno ambientato a St. Moritz, nella raccolta Natale in giallo.
Attualmente collabora in modo continuativo con il settimanale Confidenze, ed è in previsione l’uscita di un nuovo romanzo, d’amore.

Nei mesi di ottobre e novembre terrà un laboratorio di scrittura a Vicosoprano, dal titolo “Noi e la montagna”.

Leggi anche la recensione del suo romanzo.

Redazione LA BREGAGLIA

Commenta questo articolo








8 + nove =