Home, Notizie, a-GRit

Acqua corrente, corrente elettrica

11 novembre 2013 2 commenti

Ancora in sospeso la decisione in Bregaglia circa lo sfruttamento dell’acqua della Maira per la produzione di energia elettrica. La documentazione non è ancora pronta per il voto della popolazione comunale.

Per lo stesso tratto di torrente di cui la Ditta Scartazzini di Promontogno aveva chiesto l’autorizzazione allo sfruttamento, ha mostrato interesse anche l’azienda elettrica della città di Zurigo (ewz), che sta completando la documentazione necessaria.

La Ditta Scartazzini intende rimettere in funzione l’antica centrale collegata al mulino, quella che produsse energia elettrica per i primi cinquant’anni del secolo scorso. Non sarà possibile riutilizzare la vecchia turbina, quindi ne sarà posizionata una nuova, in un locale adiacente, lasciando i vecchi impianti a scopo museo. Un dislivello di 20 metri su un tratto di 300 metri consentirebbero la produzione di circa un gigawattora e mezzo all’anno. Fra gli scopi del progetto, c’è quello di consentire ai figli dell’attuale titolare, Gian Andrea Scartazzini, di vivere in valle portando avanti l’azienda di famiglia.

L’ewz ha elaborato un progetto molto più grande. La corrente del fiume verrebbe sfruttata in due salti, uno da Stampa a Spino, l’altro da Spino a Castasegna. Verrebbero costruite condotte e due centrali per un investimento di 60 milioni di franchi, che in parte ricadrebbero positivamente sulle imprese locali. La produzione di energia sarebbe di 22 gigawattora annui. Niente nuovi posti di lavoro. Ci sarebbe un introito per le casse comunali sotto forma di canoni d’acqua di 180’000 franchi l’anno. Uno schema del progetto si trova qui. Leggi anche l’ultimo comunicato di ewz.

Redazione LA BREGAGLIA

Attualmente ci sono 2 commenti

  1. scrive:

    Mi pare che sia molto semplice: poco tempo fa leggevo sullo stesso sito del preoccupante problema di spopolamento nella valle. Ecco una famiglia disposta a continuare un’attivita’ sicuramente non super lucrativa ma con tanto entusiasmo e amore. Ma come si sa, alla Bregaglia hanno sempre fatto gola i soldi! Vero l’EWZ ha portato lavoro e soldi in valle ma questo non vuol mica dire che bisogna essere eternamente grati alla citta’ di Zurigo.I tempi son cambiati, la gente fugge le grandi citta’ e torna alla terra (almeno qua dove sono io) e voi invece state parlando di mandare i giovani Scarttazzini in citta’. Pensateci bene!!!!!

    silvia corfu

  2. scrive:

    D’accordo con la ditta Scartazzini.
    Per EWZ sono un po’ non dico contrario ma..
    SE vi offrono 180’000.fr annui sicuramente secondo me sono pochi.Attenzione alle promesse..
    Nel 51vi hanno promesso tanto sono state mantenute?
    All’inizio a Stampa per esempio il kw si pagava poco adesso si paga come in molte parti della CH.
    Una domanda durante questi anni vi hanno pagato i rincari del costo della vita?
    Avendo sentito discutere degli anziani ma giovani allora non tutto é stato fatto per gli interessi
    della valle.
    Attenzione alla firma di contratto.
    Un pessimista

    vito ruinelli

Commenta questo articolo








due + 4 =