Cultura, Home, I Florio, a-GRit

Florio vive 2022

4 ottobre 2022

//comunicato stampa\\
Giornate dedicate a coloro che devono lasciare le proprie origini. Profughi di oggi, di ieri, di domani.

Profugo è chi è costretto ad abbandonare la sua terra, il suo paese, la sua patria in seguito a eventi bellici, a persecuzioni politiche o razziali, oppure a cataclismi.

Nel 1550 Michelagnolo Florio fugge da Roma ed abbandona il saio.
Raggiunta Venezia riesce a trasferirsi in Inghilterra. Nel 1554 con moglie e figlio scappa da Londra e fa ritorno nel continente. Dopo un anno vissuto a Strasburgo la famiglia arriva a Soglio il 27 maggio 1555.

La storia si ripete.
Come allora i Florio, oggi da Siria, Eritrea, Somalia, Sudan, Ucraina, uomini, donne e bambini sono costretti a lasciare la propria terra natia a causa di guerre, carestie, movimenti religiosi, malattie, cambiamenti climatici, persecuzioni, catastrofi, per rifugiarsi e trovare pace, opportunità, soluzioni e benessere in altri paesi.

Le giornate di Florio vive 2022 sono dedicate a coloro che devono lasciare le proprie origini. Profughi di oggi, di ieri, di domani. Le manifestazioni vogliono essere momenti, anche conviviali, di riflessione e discussione.

Il programma dell’edizione 2022

  • Sabato 29 ottobre / Pranzo medievale
    ore 12.00 / Soglio, Stüa Granda / prenotazioni entro lunedì 24 ottobre a info@florio-soglio.ch / Si vedano i servizi
  • Sabato 5 novembre / Conferenza di Matteo Saudino “Profughi e migrazioni: un punto di vista filosofico”
    ore 20.00 / Soglio, studio fotografico
  • Venerdì 11 novembre / Conferenza di Paolo Tognina “Profughi a causa della religione – Dall’Italia e dalla Francia verso i cantoni svizzeri e la Germania”
    ore 20.00 / Soglio, studio fotografico
  • Sabato 12 novembre / Concerto con organo e viola di Walter Gatti ed Elena Saccomandi
    ore 20.00 / Bondo, chiesa S. Martino
  • Domenica 13 novembre / Culto – presiede Silvia Rutigliano
    ore 10.30 / Soglio, chiesa S. Lorenzo

Visita: www.florio-soglio.ch

Satira di Bregaglia

La vignetta della settimana

c

Per sorridere un po’.