500 anni di Riforma, Bregaglia, Giovani, Home, Scuola

Scolare della sede di Stampa al parlamento delle ragazze

12 novembre 2021

Alla giornata di giovedì 11 novembre hanno partecipato anche scolare di 2a sec/sap.

Giovedì 11 novembre 2021, 67 ragazze hanno discusso argomenti attuali nella sala del Gran Consiglio. Hanno approvato petizioni relative a cambiamenti climatici, genere e sessismo, formazione e digitalizzazione nonché al futuro nei Grigioni e le hanno consegnate al Presidente del Governo Mario Cavigelli. Con il loro impegno hanno impressionato anche i parlamentari «veri» che le hanno accompagnate nel corso della giornata.

I primi passi nel mondo politico sono stati un successo: ieri le 67 giovani parlamentari del 4° parlamento grigionese delle ragazze hanno discusso nella sala del Gran Consiglio in modo costruttivo, competente e con impegno. Sotto la guida della Presidente del Gran Consiglio Aita Zanetti hanno difeso, criticato e approvato le richieste che avevano precedentemente elaborato in seno a sette commissioni. Il tema relativo al genere e al sessismo è stato particolarmente apprezzato, con 26 ragazze che hanno elaborato le relative richieste in due commissioni. 14 ragazze provenivano dalle «Valli», la parte italofona dei Grigioni. Durante il dibattito i loro interventi sono stati tradotti simultaneamente. 19 ragazze hanno elaborato richieste relative al tema «futuro nei Grigioni», altre 18 relative ai cambiamenti climatici. Sei ragazze hanno approfondito il tema «formazione e digitalizzazione», importante per i giovani. I 15 mentori che hanno accompagnato le ragazze nelle commissioni sono rimasti impressionati dalla qualità del dibattito e dall’impegno delle ragazze. La granconsigliera Carmelia Maissen ha sottolineato: «Qui cresce una generazione di giovani donne che partecipa alla vita politica con sicurezza, decisione e vigore. Vedere tutto ciò fa piacere.»

Risvegliare il piacere di partecipare all’attività politica
In totale le allieve dal 1° al 3° grado superiore provenienti da tutto il Cantone dei Grigioni hanno approvato sei richieste. Quattro ragazze hanno consegnato le richieste sotto forma di quattro petizioni tematiche al Presidente del Governo Mario Cavigelli a destinazione del Gran Consiglio. «Mi auguro che l’esperienza vissuta oggi vi stimoli a continuare a partecipare attivamente alla vita politica,» così Cavigelli ha incoraggiato le giovani donne. Non è un segreto che le donne sono sempre ancora sottorappresentate in politica. «La democrazia sarà migliore se contribuirete anche voi a plasmarla, oggi e speriamo anche in futuro», ha concluso il Presidente del Governo.

Le sei petizioni del 4° parlamento grigionese delle ragazze si intitolano:

- Come rendere il mio edificio scolastico neutro dal punto di vista climatico?
- Per dei trasporti pubblici attrattivi ed ecologici
- Educazione sessuale a scuola 2.0
- A favore di abbigliamento scolastico che rispettino la libertà di espressione delle ragazze
- Immagini erotiche indesiderate e grooming
- Lavoro mobile nell’intero Cantone dei Grigioni

I mentori che hanno sostenuto le ragazze erano: Aita Zanetti (presidente), Aixa Andreetta, Thomas Bigliel, Jeanette Bürgi-Büchel, Géraldine Danuser, Patrik Degiacomi, Alessandro Della Vedova, Valérie Favre Accola, Christian Kasper, Carmelia Maissen, Anita Mazzetta, Julia Müller, Andri Perl, Renate Rutishauser, Vera Stiffler, Sandra Adank.

Clicca sull’immagine per ingrandire.

Satira di Bregaglia

La vignetta della settimana

c

Per sorridere un po’.