Cultura, Home, a-GRit

Cos’è l’ISOS?

20 novembre 2020

L’Inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere d’importanza nazionale (ISOS) spiegato in modo semplice e veloce. Da oggi anche tramite dei video.

L’Inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere d’importanza nazionale (ISOS) ha la reputazione di essere complicato e i meccanismi della sua applicazione spesso sono percepiti come difficili da capire. Invece l’ISOS è facile da spiegare: da oggi anche tramite dei video. Volete sapere cos’è esattamente l’ISOS? Con quale metodo viene realizzato? O come applicarlo? Allora cliccate su questo collegamento!

Per gli noi abitanti della Val Bregaglia, per i proprietari di case primarie e secondarie – in particolare quelle storiche – e per tutta la popolazione in generale è importante capire e rendersi conto in che gioiello storico, unico e ricco di cultura che ci troviamo a vivere. La nostra valle è un esempio più che valido per dimostrare che è possibile sviluppare in maniera sostenibile e di alta qualità degli insediamenti protetti.

A volte ci sembra scontato che ad esempio a Bondo ci siano delle piazze intatte con numerose fontane storiche; che lungo le strette stradine di Soglio si sia mantenuto il selciato come pure i vari palazzi e i loro relativi giardini e orti; o che a Castasegna ci sia la Sala Viaggiatori: un esempio dei migliori edifici nei Grigioni dal 1950 al 2000 (leggi anche “Un tempo dogana, oggi sala viaggiatori“). Proprio Castasegna risulta tra i 20 villaggi tipici della Svizzera (leggi anche “Un amore di luogo“). L’Inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere d’importanza nazionale (ISOS) comprende attualmente 1274 oggetti, tra cui numerosi villaggi appunto. E noi del Comune di Bregaglia possiamo essere fieri, in particolare quale zona limitrofa in tutti i sensi e per questo spesso sottovalutata o non valutata del tutto, di distinguerci con la nostra forte presenza nell’ISOS nazionale come pure nei 52 migliori edifici grigioni.

Il villaggio di Borgonovo visto da sud, ca. 1910

Come cercai di comunicare dopo la nascita di Pro Bondo nel 2018 (leggi anche “Pro Bondo“) è molto importante utilizzare l’ISOS, questo vero e proprio strumento, a proprio vantaggio e non a proprio svantaggio. In parte lo abbiamo già dimostrato mantenendo vivi e intatti i nostri villaggi senza però diventare dei musei, come a volte si insinua. Quindi consiglio a tutte le associazioni in valle come pure alle singole persone ma anche alle istituzioni e al Comune di Bregaglia di dare un’occhiata nei relativi ISOS riguardanti i nostri villaggi che attualmente sono Vicosoprano, Borgonovo, Stampa, Coltura, Promontogno, Bondo, Soglio e Castasegna.

Sarebbe auspicabile continuare su questa via e imparare da eventuali errori o guardare come si risolvono certe problematiche nei villaggi vicini. Solo in questo modo ci svilupperemo mantenendo la nostra identità, ricordandoci delle nostre radici che rappresentano la nostra storia in fin dei conti.

Volete informare altre persone sull’ISOS? Non esitate a condividere i video.

Davide Fogliada

Vignette bregagliotte

La vignetta della settimana

hq

Guardala.