Ci piace segnalare

Giornata di solidarietà

22 ottobre 2020

//comunicato stampa\\
Coronavirus internazionale. La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha lanciato la Giornata nazionale di raccolta fondi della Catena della Solidarietà.

Con il sostegno della SSR e di alcune radio private la Catena della Solidarietà organizza oggi una giornata di solidarietà «Coronavirus internazionale» per offrire nel mondo un aiuto alle persone colpite dalla pandemia e dalle misure prese per contrastarla. La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha lanciato stamane la colletta con queste parole: «La crisi del Coronavirus colpisce duramente numerose persone anche in Svizzera. Nei paesi particolarmente fragili, questa crisi ha sovente conseguenze drammatiche e aumenta le disuguaglianze sociali e la povertà. La pandemia ci induce a essere solidali anche al di là dalle frontiere». La SSR appoggia la colletta su tutte le sue reti e canali e sui diversi vettori. La Catena della Solidarietà e 18 delle ONG sue partner lanciano assieme un appello alle donazioni: bisogna assolutamente aumentare la portata dell’aiuto umanitario per aiutare le popolazioni vulnerabili colpite in profondità sia a livello della salute sia sul piano della sopravvivenza.

La giornata nazionale di solidarietà si è aperta stamane alle 7 nelle diverse regioni del paese. La presidente della Confederazione signora Sommaruga, che aveva già lanciato in aprile la colletta a favore della Svizzera, ha sottolineato che il nostro paese è abituato a guardare al di là delle frontiere anche nei periodi difficili. Particolarmente in questo momento di pandemia del coronavirus, la Svizzera può alleggerire l’angoscia di altri paesi del mondo, grazie a un aiuto mirato. Gli attori umanitari svizzeri si impegnano a questo scopo.

Appello comune con le ONG partner
La Catena della Solidarietà e 18 ONG sue partner lanciano insieme questo appello alle donazioni. Un modo per sottolineare che i bisogni sono immensi e che i mezzi a disposizione non bastano per contrastare la crisi economica e sanitaria. Brücke · Le pont, Caritas Svizzera, CBM, cfd, Croce Rossa svizzera, EPER, Handicap International, Helvetas, Iamaneh, Medair, MSF, Save the Children, Solidar Suisse, Solidarmed, Terre des hommes – Aiuto all’infanzia, terre des hommes schweiz et Vivamos Mejor sono operative sul terreno.
Da inizio luglio la Catena della Solidarietà ha messo a disposizione due milioni di franchi del fondo d’aiuto d’urgenza per progetti delle sue organizzazioni partner in diversi paesi, con lo scopo di rafforzare la prevenzione del COVID in contesti fragili quali Haiti, Mozambico e Siria nei quali un contagio di massa avrebbe effetti disastrosi.
La Catena della Solidarietà ha selezionato 15 paesi particolarmente fragili in tre regioni del mondo, nei quali verranno finanziati progetti prioritari. Si tratta di Afghanistan, Bangladesh, Ecuador, Salvador, Guatemala, Haiti, Honduras, Irak, Libano, Nèpal, Pakistan, Peru, Siria, Venezuela, Yemen. Se i fondi raccolti lo permetteranno verranno sostenuti progetti anche in altre regioni del mondo nelle quali la crisi ha peggiorato situazioni già drammatiche, come per esempio i campi di rifugiati, le bidonville e ancora zone teatro di conflitti armati.

Sostegno socio-economico e medico
Le somme raccolte serviranno ad esempio a finanziare un’assistenza transitoria sia con denaro sia con aiuti in natura (alimentari) in modo da attenuare le conseguenze economiche della crisi su popolazioni già estremamente povere e marginalizzate. Le organizzazioni di aiuto sostengono in particolare bambini e persone particolarmente fragili nei campi dell’educazione, della formazione, della protezione contro il lavoro minorile e contro tutte le forme di sfruttamento. Le ONG assicurano inoltre la continuità delle cure mediche non solamente per ciò che riguarda il coronavirus ma anche per la salute in generale (prevenzione, vaccinazioni, parti, malattie croniche e altro).

Versamento dei doni
Nel corso della giornata le promesse di versamento possono essere annunciate dalle 7 alle 22 al numero gratuito 0800 87 07 07. Le offerte possono essere effettuate in ogni momento online sul sito www.catena-della-solidarieta.ch o sul conto postale 10-15000-6 con la menzione «Coronavirus internazionale».

* * *

La Catena della Solidarietà si fa portavoce della solidarietà della popolazione svizzera a favore delle vittime di catastrofi naturali e conflitti all’estero. Essa sostiene inoltre le persone in difficoltà e colpite dalle intemperie in Svizzera. Fondazione indipendente creata dalla SRG SSR, con le donazioni della popolazione, di aziende nonché Cantoni e Comuni, la Catena della Solidarietà cofinanzia i progetti di 26 ONG svizzere operative all’estero. La Fondazione garantisce il buon uso di queste donazioni grazie ad analisi approfondite e valutazioni in loco eseguite da esperti nel rispetto delle norme internazionali in materia di aiuto d’urgenza, riabilitazione e ricostruzione. In Svizzera, la Catena della Solidarietà sostiene progetti a favore delle persone in difficoltà. In caso di maltempo nel nostro paese, la Fondazione sostiene finanziariamente anche privati, comuni o PMI che hanno subito danni ingenti. Dal 1946, la Catena della Solidarietà ha raccolto donazioni per oltre 1,8 miliardi di franchi.

Vignette bregagliotte

La vignetta della settimana

hq

Guardala.