Gioventù Bregaglia, Home, a-GRit

Una ventata d’aria fresca

18 febbraio 2020

//riceviamo e pubblichiamo\\
Sabato 15 febbraio alle ore 17:00, al Ristorante Val d’Arca si è tenuta l’assemblea generale ordinaria della Gioventù Bregaglia. Tra i vari punti all’ordine del giorno figuravano anche le nomine di diversi membri del comitato.

La Gioventù è contenta che per ogni ruolo del comitato è stato trovato un sostituto.

Bianca Petruzzi di Löbbia sostituirà Gloria Clalüna quale presidente. Sofia Sighinolfi di Borgonovo si è messa a disposizione per ricoprire il ruolo di cassiera, finora occupato da Lorena Picenoni di Bondo e, infine, Lucrezia Giovanoli di Vicosoprano prenderà il posto della sottoscritta quale nuova attuaria della GB.

Durante l’assemblea i nuovi membri del comitato e gli altri membri presenti (che spaziavano dai giovanissimi ai membri meno giovani, che preferiscono farsi chiamare “onorari”) hanno dimostrato molta motivazione, energia ed entusiasmo e hanno presentato diverse idee per organizzare feste che già esistevano nel repertorio della GB (come ad esempio il torneo mascherato e l’open air), così come nuove idee concernenti il locale e altri eventi.

È davvero un piacere notare quest’energia positiva dimostrata dai nuovi membri e speriamo davvero che la loro motivazione possa portare un’ondata d’aria fresca all’interno di tutta l’associazione che, in questo momento, ne ha davvero bisogno.

Colgo l’occasione per ringraziare di cuore, a nome del comitato della GB e a livello personale, Lorena e Gloria per il lavoro svolto negli ultimi anni, in cui hanno investito davvero tanto tempo e passione. Sono sicura che i nuovi membri siano dei degni successori e a quest’ultimi auguro buona fortuna, tanto successo ma, soprattutto, tanto divertimento all’interno del comitato dell’associazione che, come dimostrato dalla buona affluenza all’assemblea generale, sta ancora a cuore a tanti giovani bregagliotti.

Per la Gioventù Bregaglia
Patrizia Crüzer

Satira di Bregaglia

La vignetta della settimana

c

Per sorridere un po’.