Confederazione, Elezioni federali 2019, Home

Elezioni federali

20 ottobre 2019

Così si è votato nel Cantone dei Grigioni.

(ats) Cambiamenti nella delegazione grigione al Consiglio nazionale: l’UDC perde uno dei suoi due mandati, quello di Heinz Brand, e il PBD la sua unica poltrona, quella di Duri Campell, mentre rientra alla Camera del popolo il PLD. Il PS passa da uno a due seggi e il PDC difende il suo.

Il Partito liberale democratico (PLD, vale a dire il PLR) – assente da otto anni a Berna – sarà rappresentato da Anna Giacometti (6’932 voti), sindaca di Bregaglia che ha conquistato notorietà a livello nazionale nell’agosto 2017 per la devastante frana del Piz Cengalo e le successive colate detritiche abbattutesi sul villaggio di Bondo e sui vicini abitati di Spino e Sottoponte.

Volti nuovi anche per il PS: siederanno sotto la cupola federale Jon Pult (17’954 preferenze), classe 1984, ex presidente della sezione cantonale del PS, ex gran consigliere, nonché presidente dell’Iniziativa delle Alpi, e la granconsigliera Sandra Locher Benguerel (9’567). La poschiavina Silva Semadeni, 67 anni, in Consiglio nazionale dal 1995 al 1999 e dal 2011 ad oggi, era l’unica fra i deputati uscenti a non ripresentarsi.

Per quanto concerne l’UDC, con 23’942 voti Magdalena Martullo-Blocher, che abita nel canton Zurigo, si è imposta chiaramente sul collega di partito Brand (17’767) – in carica dal 2011 e che sarebbe diventato presidente del Consiglio nazionale nel 2021 – ed è il candidato che ha raccolto il maggior numero di preferenze di tutti quelli in corsa. Buon risultato anche per Martin Candinas del Partito popolare democratico cristiano (PDC, vale a dire il PPD), che con 23’143 voti è riuscito a salvaguardare il suo mandato.

In termini di partiti, l’UDC è rimasta la prima formazione politica con il 29,9% delle preferenze (+0,2 punti percentuali rispetto al 2015), seguita dal PS con il 17,1% (-0,5), il PDC con il 16,3% (-0,5), il PLD con il 13,6 (+0,3), il PBD con il 9,1% (-5,4), il PVL con l’8,3% (+0,4) e “Verda – Verdi Grigioni” con il 5,5% (invariato).

L’affluenza alle urne è stata del 42,92%. La delegazione grigione sotto la Cupola federale sarà così composta: PS 2 (2015: 1), UDC 1 (2), PLD 1 (0), PDC 1 (1). Fuori il PBD, privato dell’unico seggio.


I risultati dei candidati al Consiglio nazionale.

I risultati dei candidati al Consiglio degli Stati.

20.10.2019 18:17 svi010 3 POL rti ats/es bt
COIRA

Completa

   Nota svi009 «Ele2019 - Nazionale, Grigioni (definitivo): fuori
PBD, dentro PLD»:
bsi133 completata

Ele2019: Nazionale, Grigioni (definitivo): fuori PBD, dentro PLD

(ats) Cambiamenti in vista per la delegazione grigionese al
Consiglio nazionale: l'UDC perde uno dei suoi due mandati, quello
di Heinz Brand, e il PBD la sua unica poltrona, quella di Duri
Campell, mentre rientra alla Camera del popolo il PLD. Il PS passa
da uno a due seggi e il PDC difende il suo.

Il Partito liberale democratico (PLD, vale a dire il PLR) - assente
da otto anni a Berna - sarà rappresentato da Anna Giacometti (6'932
voti), sindaca di Bregaglia che ha conquistato notorietà a livello
nazionale nell'agosto 2017 per la devastante frana del Piz Cengalo
e le successive colate detritiche abbattutesi sul villaggio di
Bondo e sui vicini abitati di Spino e Sottoponte.

Volti nuovi anche per il PS: siederanno sotto la cupola federale
Jon Pult (17'954 preferenze), classe 1984, ex presidente della
sezione cantonale del PS, ex gran consigliere, nonché presidente
dell'Iniziativa delle Alpi, e la granconsigliera Sandra Locher
Benguerel (9'567). La poschiavina Silva Semadeni, 67 anni, in
Consiglio nazionale dal 1995 al 1999 e dal 2011 ad oggi, era
l'unica fra i deputati uscenti a non ripresentarsi.

Per quanto concerne l'UDC, con 23'942 voti Magdalena
Martullo-Blocher, che abita nel canton Zurigo, si è imposta
chiaramente sul collega di partito Brand (17'767) - in carica dal
2011 e che sarebbe diventato presidente del Consiglio nazionale nel
2021 - ed è il candidato che ha raccolto il maggior numero di
preferenze di tutti quelli in corsa. Buon risultato anche per
Martin Candinas del Partito popolare democratico cristiano (PDC,
vale a dire il PPD), che con 23'143 voti è riuscito a salvaguardare
il suo mandato.

In termini di partiti, l'UDC è rimasta la prima formazione politica
con il 29,9% delle preferenze (+0,2 punti percentuali rispetto al
2015), seguita dal PS con il 17,1% (-0,5), il PDC con il 16,3%
(-0,5), il PLD con il 13,6 (+0,3), il PBD con il 9,1% (-5,4), il
PVL con l'8,3% (+0,4) e "Verda - I verdi grigionesi" con il 5,5%
(invariato).

L'affluenza alle urne è stata del 42,92%. La delegazione grigionese
sotto la Cupola federale sarà così composta: PS 2 (2015: 1), UDC 1
(2), PLD 1 (0), PDC 1 (1). Fuori il PBD, privato dell'unico seggio. 

Nota:
bsi133 completata

Absender:
KEYSTONE-SDA-ATS AG
Zentralredaktion
Wankdorfallee 5, Postfach
CH-3000 Bern 22

Tel. +41 58 909 50 50
inland@keystone-sda.ch
www.keystone-sda.ch

Notizie in tempo reale

Avvisi

Chiusura notturna del Passo del Maloja

Maloja

Per veicoli sopra le 3.5 tonnellate. Vedasi date ed orari.

Corsi

formazione

CRYPTO CONFERENZA. La conferenza si tiene martedì 31 maggio 2022, ore 20.00 – 22.00. Centro puntoBregaglia a Vicosoprano.

Satira di Bregaglia

La vignetta della settimana

e

Per sorridere un po’.