Cultura, Home, a-GRit

XIII Festival di teatro al Castelmur

19 luglio 2019

//comunicato stampa\\
Il Festival di teatro al Castelmur si avvicina. Sarà la 13ma edizione, e avrà luogo il 26 e 27 luglio.



Come ormai da tradizione durante l’ultimo fine settimana di luglio, il Palazzo Castelmur, Coltura, Val Bregaglia, con la sua piazza e il suo giardino, diventerà scenario di spettacoli teatrali, trasformandosi per due giorni in un luogo di aggregazione, cultura, divertimento e convivialità.

Il programma è composto da un insieme di spettacoli con poche parole, adatti ad un pubblico misto ed ha il desiderio di rallegrare adulti e bambini di soddisfare gli spettatori fedeli e di incuriosire chi desidera dare una prima occhiata.
Gli spettacoli proposti sono principalmente senza parole e comprensibili a tutti.
Il programma presenta 6 eventi differenti tra di loro per stile, linguaggio artistico e provenienza.

L’evento avrà inizio venerdì 26 luglio alle ore 19.00.
Ad aprirlo saranno i giovanissimi “Microbati”, un duo di ragazzi tredicenni, coetanei del festival, Nora Lea Rosenberg e Amedeo Besomi che ci intratterranno con un momento musicale-acrobatico.
A seguire, alle ore 20.00, nel giardino del Palazzo, assisteremo allo spettacolo Operativi! della compagnia italiana Eccentrici Dadarò, che in questo spettacolo vede in scena Umberto Banti, Andrea Ruberti e Dadde Visconti, con la regia di Mario Gumina. Ci sono un tedesco, un americano e un italiano. Sembra l’inizio di una barzelletta, ma questa è una storia vera. Una storia senza tempo, come i suoi tre protagonisti.
Tre clown-soldati, reduci di tutte le guerre della storia, che arrivano alla guida della loro jeep militare per innalzare un monumento ai caduti di ogni guerra e ricordare quanta stupidità ci sia stata nella storia.
Tra gag classiche e sorprendenti, fraintendimenti e tradimenti, ci accompagnano a stupirci dell’ingenuità dei clown e la debolezza dell’uomo.
Lo spettacolo è vincitore del Concorso Nazionale Cantieri di Strada 2014 (Italia).
La serata del venerdì si concluderà con lo spettacolo Mr. Train della compagnia spagnola Trukitrek Puppet Company che avrà inizio alle ore 21.30 nel suggestivo salone del Palazzo. Con la regia di Josep Piris e con gli attori e burattinai Kiko Lozano, Magda Mañé e Lu Pulici lo spettacolo unisce il teatro dei burattini e il cinema d’animazione.
Mr. Train parla della relazione tra un cane vagabondo e un vecchio solitario, un po’ cupo e irascibile, che vive in una stazione ferroviaria dove non si ferma nessun treno. È una favola poetica che parla della solitudine, ispirata al racconto “Il cane blu” del poeta e sceneggiatore italiano Tonino Guerra.
Il salone può accogliere un massimo di 60 persone, per questo motivo Mr. Train verrà replicato altre due volte durante la giornata di sabato, alle ore 16.00 e alle ore 18.30.
Gli spettatori interessati sono invitati a prenotare il posto (mail: teatrocastelmur@gmail.com / cell: 0041 77 490 12 73).
Oltre alle due repliche di “Mr. Train” sabato 27 luglio alle ore 17.00 sulla piazza, avremo modo di assistere allo spettacolo Eso es el amor, della compagnia Belga Cie. Voilà l’enchantement, di e con Myrtille Harris (BE) et Benoît Vivien (CH).
Si tratta di un duo clownesco di circo contemporaneo che con allegria, un po’ di sottile sarcasmo e di poetica follia ci accompagna tra le gioie e i pericoli dell’amore.
Un susseguirsi di gesti originali e sorprendenti. La storia invita a lasciarsi prendere dalle risate e riunisce piccoli e grandi in un salutare momento di emozioni.
Il programma di sabato si conclude con NEPP che avrà inizio alle 20.30 nel giardino del Palazzo. Per la prima volta nella storia del festival uno spettacolo di magia raggiunge il Castelmur. A farlo sarà il rinomato illusionista svizzero Alex Porter, mago, commediante e confabulatore, unico nel suo genere. Pioniere della magia teatrale, mette in dubbio il concetto di verità e attraverso la sua magia frammenta i confini tra realtà e illusione. Nepp è leggero, poetico e agile, un antidoto ai tempi odierni.

Quest’anno durante il Festival, tra uno spettacolo e l’altro, si potrà assistere anche a La scatola magica, momento non prettamente teatrale anche se non meno spettacolare!
Un atto che ormai è diventato difficilmente visibile: l’antico scatto di una fotografia, con sviluppo sul posto.
Dentro la rimessa del Castelmur il fotografo Giuseppe Pennisi, assistito da Assas Spiegler, munito di una scatola di legno, un tubo di stoffa fatto da una gamba di un pantalone, un telo nero, un fondale decorato e una tinozza di acido ritrarrà con calma abilità chi si presta alla posa. Ogni foto richiede 15 minuti di pazienza, che verrà ripagata con l’apparire di un cartoncino sul quale compare in bianco e nero il ritratto.
Visto il lungo tempo di realizzazione saranno effettuati circa 20 scatti durante il Festival.
I fotografi sono disposti ad arrivare prima, durante il pomeriggio del venerdì, per chi lo desiderasse.
In questa epoca delle mille immagini al minuto il processo intero risulta una scena affascinante anche per chi non fa la foto.
I fotografi saranno accompagnati a tratti da musica dal vivo.

Inoltre l’atmosfera del Festival è completata dalla presenza del bar, gestito da un gruppo di contadini, con i quali il Festival è stato creato, e che sin dalla sua prima edizione (2007) ci deliziano con imperdibili prodotti della valle.

Scarica il programma.

Come novità e per essere pronti ad affrontare i temporali tipici della stagione, quest’anno sarà montato un tendone al Palazzo Castelmur dove si potranno svolgere gli spettacoli in caso di pioggia. Quindi, a differenza di quanto scritto sulle cartoline e sul manifesto, non ci si sposterà alla palestra di Stampa. Eventuali cambiamenti saranno segnalati durante la manifestazione.
A partire da questa edizione il festival è organizzato dall’Associazione Festival di Teatro al Castelmur, costituitasi appositamente con sede in val Bregaglia. Del comitato fanno parte: Lucrezia Bischoff, Ermanno Chiavi, Lara Gianotti, Raffaela Giovanoli e Corrado Marzullo e i due direttori artistici Piera Gianotti ed Emanuel Rosenberg.
La realizzazione e la buona riuscita del Festival di teatro al Castelmur sono dovute al prezioso aiuto dei volontari che da sempre sostengono il festival, alla collaborazione con la PGI-Bregaglia, al lavoro degli operai comunali e al sostegno degli enti finanziatori che si ringraziano sentitamente e che teniamo a menzionare:
Comune di Bregaglia, Swisslos/Promozione della Cultura Cantone Grigioni, Regione Maloja, Boner Stiftung, Stiftung Dr. Valentin Malamoud, Stiftung Jacques Bischofberger, Migros Kulturprozent, Banca Cantonale Grigione, Ernst Goehner Stiftung e la Biblioteca Engiadinaisa.

Il costo di entrata per il biglietto singolo è di Sfr 15.- e per l’abbonamento di Sfr 40.-
Studenti apprendisti, AVS e AI pagano il prezzo ridotto di Sfr 10.- per un biglietto e Sfr 25.- per l’abbonamento, e i bambini di Sfr 5.- per un biglietto e Sfr 10.- per l’abbonamento.
Il costo per la foto de “La scatola magica” è di Sfr 15.- ( non compreso nell’abbonamento).

Per prenotazioni e informazioni:
teatrocastelmur@gmail.com
0041 (0) 77 490 1273

Notizie in tempo reale

Inserzione a pagamento

Inserzione a pagamento

Ci piace segnalare

Prix Montagne

Soglio40anni

La ditta Soglio di Castasegna concorre per l’assegnazione del premio. Le votazioni si chiudono giovedì.

Notte delle porte aperte

Notte delle porte aperte

I pompieri di Bregaglia vi aspettano venerdì 30 agosto 2019 a partire dalle ore 18:00 presso il magazzino di Vicosoprano.

Avvisi

Val Bondasca

Comune

Riapertura parziale dei sentieri.

Inserzione a pagamento

Inserzione a pagamento

Meme made in Bregaglia

La vignetta della settimana

V141

“Vignette bregagliotte” è il nome dell’ironica pagina Facebook.